venerdì, luglio 28, 2017

Il cibo prodotto dall'agricoltura sociale è uno smartfood


Il cibo prodotto dall’agricoltura sociale è uno smartfood che oltre alla funzione alimentare crea valori economici, sociali e ambientali. Lo smartfood è un esempio di co-produzione di valori privati e pubblici, economici e sociali che implica anche il co-disegno tra le molteplici persone coinvolte: imprese, consumatori, cittadini, partecipanti, famiglie, operatori dei servizi. Riconoscere lo smartfood è oggi difficile se non impossibile, ma ricerca ed esperienze sul territorio ci dicono che esiste.

lunedì, aprile 10, 2017

Agriculture and Food in an Urbanizing Society

La terza Conferenza Internazionale Agriculture and Food in an Urbanizing Society si terrà nella seconda metà del 2018 a Porto Alegre, in Brasile.

Terza edizione della Conferenza Internazionale #AgUrb
Dopo AgUrb2015, organizzata da AiCARE ed Università di Pisa a Roma, la III AgUrb sarà organizzata dall'Università Federale del Rio Grande do Sul - UFRGS, istituzione centenaria, ampiamente riconosciuta come prestigioso centro di ricerca ed educazione.

L'organizzazione della III AgUrb è in corso, per ricevere tutti gli aggiornamenti potete seguire la pagina facebook di AgUrb (@agricultureinanurbanizingsociety), l'hashtag #AgUrb su twitter o registrarvi qui per ricevere la newsletter AgUrb: http://eepurl.com/cIyHqP

Tecniche di campo: il Metodo Biointensivo

Corso di Agricoltura Organica e Rigenerativa su piccola scala. Il metodo di coltivazione Biointensivo con l'esperto Juan M. Martinez Valdez, a Roma dal 26 al 28 maggio 2017

Corso sul Metodo Biointensivo, 26-28 maggio (Roma)
Dal 26 al 28 maggio a Roma, corso di tre giornate sul metodo biointensivo, metodo colturale particolarmente indicato per la micro azienda agricola e per tutti i contesti di orto urbano, periurbano, didattico, sociale, in cui le dimensioni sembrano essere un ostacolo ad una produzione abbondante.

Il corso (che dà diritto a 3 crediti formativi per gli iscritti all'Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali) è tenuto dall'esperto internazionale Juan Manuel Martinez Valdez in collaborazione con la ONG Deafal e l'azienda agricola CASA - Centro per l'Agricoltura Sociale e l'Agroecologia - sede dello stesso.

Il docente illustrerà i principi di questo metodo, nato oltre 40 anni fa dal gruppo Ecology Action di John Jeavons, in California, per rispondere alla domanda: "qual'è la superficie minima di suolo che serve ad un essere umano per la propria autosufficienza?".

Qui maggiori dettagli su programma e modalità di iscrizione

giovedì, gennaio 12, 2017

Ripartire per un 2017 di #agricolturasociale responsabile ed etica

Feste finite e noi siamo appena ripartiti per un nuovo anno di agricoltura sociale, responsabile ed etica.


Buon 2017: si riparte!
Non ci stancheremo di orientare il nostro impegno verso l'innovazione, la formazione (anche nostra), il sostegno e l'ascolto delle imprese, l'elaborazione di risposte utili a bisogni che vediamo diffusi.

"In una fase di crisi del welfare pubblico, l'agricoltura sta sviluppando risposte interessanti, estendendo collaborazioni o partenariati e costruendo "reti di imprese-non imprese", originali nella realtà italiana e europea e portatrici di innovazione sociale. Sta sviluppando nuova capacità collaborativa, sussidiarietà tra l'azione del Pubblico e del Privato, fra profit e non profit, e la produzione di valori sia economici che sociali da parte dei sistemi produttivi in grado di interloquire e costruire alleanze su base valoriale con i consumatori. [...] Sul tema agricoltura sociale rimangono alcune questioni aperte da affrontare con urgenza: come generare la “diffusione virale” che crea cambiamento? Quali sono i principali ostacoli? Come costruire dei tavoli di lavoro all’insegna della reale collaborazione e condivisione? Come si collocano gratuità e reciprocità in un sistema che ha regole evidentemente differenti? Vi è disparità di forze, fra interessi collettivi e di parte, fra sistemi economici e modelli di sviluppo? L'agricoltura sociale, inoltre, ricade nel campo dell'economia civile e non esiste economia civile senza lo Stato. E’ opportuno e necessario anche chiedersi: lo Stato è sempre “civil servant”? Se da una parte l’agricoltura sociale ha avuto uno sviluppo importante negli ultimi anni, dall’altra molte delle realtà denunciano una fragilità ed una scarsa capacità di organizzarsi oltre il breve periodo, senza un orizzonte di lungo respiro che permetta loro di consolidarsi. Questo comporta anche la perdita di molte esperienze e denota il settore come non ancora in grado di sostenersi completamente. Quali sono allora gli elementi in grado di dare quanto più possibile continuità e stabilità? Come passare dalle buone pratiche e dalle esperienze pionieristiche al costruire pratiche ordinarie?" (1)

Infine, nella nostra newsletter di fine ed inizio anno abbiamo riportato alcune delle attività in corso: la mappa delle esperienze di agricoltura sociale che si sta arricchendo di giorno in giorno; il marchio etico nazionale dell'agricoltura sociale che entra nella fase finale di test; le nostre ultime pubblicazioni alle quali altre ne seguiranno. A queste si aggiungerà a breve il calendario delle attività formative.

Da questi impegni ripartiamo e auguriamo a tutti un felice 2017, in musica.

#wecare


(1) Estratto da: Agricoltura civica e sociale: cooperare per cambiare. La società cambierà quando l'etica investirà le nostre riflessioni (Verso il Secondo Forum di Etica Civile - Padova 8 ottobre 2016)


venerdì, novembre 04, 2016

Iref Italia 2016 premia I Buoni Frutti

Iref Italia, Federazione delle Reti Europee di Partenariato e Franchising, ha premiato I Buoni Frutti, marchio etico per lo sviluppo dell'agricoltura sociale in Italia

Premiazione, Padova 26 settembre 2016
Iref Italia ha consegnato il Riconoscimento Speciale per il 2016 al Dipartimento di Scienze Veterinarie dell'Università di Pisa e ad AiCARE "per l'utilizzo della tecnica dell'affiliazione commerciale adattata ad una funzione pubblica per la costituzione del primo progetto di franchising sociale denominato I Buoni Frutti applicato in agricoltura a sostegno dell'innovazione e della diffusione di buone pratiche e prodotti di agricoltura sociale dando vita a un marchio etico a livello nazionale".
Per saperne di più:
I nomi dei premiati di Iref Italia 2016
I Buoni Frutti marchio etico per l'agricoltura sociale

lunedì, ottobre 10, 2016

Verso il Forum Nazionale di Etica Civile

Verso il Secondo Forum Nazionale di Etica Civile. Per una nuova cittadinanza ecologica. Padova 8 ottobre 2016


II Forum Nazionale di Etica Civile
AiCARE ha partecipato al Seminario di Studio Per una nuova cittadinanza ecologica. Economia, ambiente e impegno civile che si è tenuto l'8 ottobre a Padova.

Nel corso del seminario oltre a contributi teorici sono state presentate esperienze e buone pratiche di cittadinanza ecologica, di agricoltura sostenibile, di responsabilità sociale e ambientale d'impresa.
Il seminario si inserisce tra le attività preparatorie del II Forum Nazionale di Etica Civile promosso dalla Fondazione Lanza che si terrà a Milano l'1 e 2 aprile 2017.

Il seminario ha registrato una partecipazione molto ampia, ricchissima di spunti e confronti.

Web: www.fondazionelanza.net/eticacivile 
F: facebook.com/FondazioneLanza 
T: twitter.com/fondazionelanza   #eticacivile

Una prima presentazione dell'iniziativa nell'editoriale di febbraio di "Aggiornamenti Sociali": link

Il contributo di AiCARE "Agricoltura civica e sociale: cooperare per cambiare. La società cambierà quando l’etica investirà le nostre riflessioni" è scaricabile dal sito www.aicare.it (sezione Risorse, Pubblicazioni).

Tutti i contributi della giornata sono pubblicati sul sito della Fondazione Lanza



Related Posts with Thumbnails